Il lifting del seno è un intervento di chirurgia estetica molto diffuso e ha lo scopo di risollevare la struttura mammaria, rassodare i tessuti e rimodellare il profilo del seno. Di solito la mastopessi si rende necessaria dopo un dimagrimento importante, dopo una gravidanza con rilevante aumento di peso o a seguito del normale processo d’invecchiamento.

Lifting del seno: paziente indicata

La mastopessi è indicata alle donne che presentano un rilassamento mammario importante. Non è indicata per coloro che hanno un rilassamento mammario lieve. Quando il seno si presenta rilassato e svuotato, è possibile sia indicato l’intervento di mastopessi additiva, cioè la procedura congiunta che esegue il lifting e l’aumento del seno. La paziente deve avere uno stato di salute buono, un’aspettativa realistica per il risultato e una cicatrizzazione normale.

Maggiori informazioni: mastopessi mammaria

Che cosa fa il lifting del seno?

Oltre a “sollevare” semplicemente il seno, la mastopessi cerca di raggiungere una serie di altri obiettivi per rendere il seno più attraente. La procedura è progettata per rendere il seno più rotondo invece del tipico aspetto allungato del seno cadente. La parte superiore del seno apparirà più piena man mano che il tessuto mammario viene spostato verso il polo superiore. I capezzoli vengono riposizionati al centro del seno, e le areole (la pelle più scura attorno al capezzolo) sono rese più piccole – questo è  particolarmente importante se sono distese larghe da pendenti.

  • Elevare il tumulo al seno
  • Conferire una forma rotonda al seno
  • Sollevare il complesso capezzolo-capezzolo disceso
  • Ridurre la dimensione areolare

Procedura di lifting del seno

La procedura viene eseguita in anestesia locale con sedazione. Durante la procedura la paziente dorme anche se non è sottoposta all’anestesia generale.

Il  chirurgo esegue la procedura di lifting del seno (mastopessi) rimuovendo prima la pelle del seno in eccesso . Successivamente, rimodella il tessuto del seno in modo che sia più rotondo e più pieno elevando e riposizionando i tessuti interni del seno. La posizione del capezzolo viene sollevata a un livello più alto, ma rimane attaccata al tessuto mammario in modo che la sensibilità possa essere preservata. Inoltre, l’areola è ridotta per essere più proporzionale al tumulo del seno.

Recupero dal lifting del seno

Immediatamente dopo la procedura di lifting del seno la paziente inizia il risveglio. Quando i principali effetti dell’anestesia si sono esauriti la paziente potrà tornare a casa accompagnata da un familiare. E’ importante riposare nei giorni successivi alla mastopessi. Puoi svolgere attività non faticose come guardare la televisione o leggere. Avvertire dolore lieve è normale per 3-7 giorni; assumere farmaci analgesici aiuterà a ridurre il disagio durante questo periodo.  La maggior parte dei pazienti ritorna al lavoro (non gravoso) a 4-7 giorni.

Una settimana dopo l’intervento si devono rimuovere i punti e valutare la guarigione. Il chirurgo estetico informa la paziente sulle restrizioni di attività; di solito i pazienti possono iniziare un leggero allenamento (ad es. camminare) a 1-2 settimane dopo l’intervento. L’attività intensa (sollevamento pesi, aerobica, jogging, yoga, pilates, arti marziali) può generalmente iniziare alle 4-6 settimane dopo l’intervento.

Il seno sembrerà leggermente gonfio e potrebbe avere lividi durante le prime 1-2 settimane. I seni possono avere una forma leggermente innaturale. Questo è del tutto normale e occorrono da 1 a 3 mesi per stabilirsi completamente. Come avviene l’assestamento, noterai che il seno assume un aspetto e una forma molto più naturali. 

Siti da visitare